Presidio ambasciata greca a Roma – Solidarietà alle persone migranti

Appuntamento mercoledì 4 marzo, ore 17:00, davanti l’Ambasciata greca a Roma in solidarietà alle persone migranti in lotta e per la libertà.

In queste ore si sta consumando l’ennesima tragedia sotto i nostri occhi.

Migliaia di persone sono ammassate al confine tra Grecia e Turchia, l’Europa risponde con armi da fuoco, carcere e pestaggi. Contiamo i primi morti.

I governi europei hanno finanziato con miliardi di euro il regime autoritario turco affinché svolgesse il compito di guardiano esterno delle frontiere UE, per bloccare i movimenti migratori. Ora il Governo turco, come strumento di pressione politica verso l’Ue, al fine di avere mano libera nella sua guerra in Siria, ha temporaneamente aperto la sua frontiera verso la Grecia (tenendo chiusa quella con la Siria), e sollecitato migliaia di persone ad attraversarla. Migliaia di vite umane usate come vera e propria arma di guerra.

Iraq, Siria, Afghanistan, Kurdistan, Palestina, Yemen (solo per citarne alcuni) sono paesi dove la guerra delle potenze mondiali, Italia compresa, marchia i corpi di popolazioni intere. Questa guerra continua al confine e nei campi di internamento.
Dall’accordo del 2015 con la Turchia, in Italia e in Grecia, così come fuori dalle frontiere europee, sono aumentati i Campi di reclusione per migliaia di persone migranti costrette a rimanere intrappolate a tempo illimitato e senza alcuna prospettiva.
Le proteste sono all’ordine del giorno così come le dure rappresaglie.

Da questa estate il Governo greco ha rinforzato l’attacco alle lotte autorganizzate, alle occupazioni e nei confronti delle persone migranti.
Nelle isole come Lesbo e Chios, ormai prigioni a cielo aperto, lo Stato ha scelto di far esplodere la rabbia della popolazione piuttosto che smantellare un maxi campo di concentramento e permettere alle persone di spostarsi liberamente e contemporaneamente ne costruisce di nuovi. Lasciando così sfogare tensioni sociali sui migranti anziché contro le stesse istituzioni che per anni hanno costretto decine di migliaia di persone ad una convivenza difficile. E, come se non bastasse, viene lasciata carta bianca a nazisti e fascisti che approfittano di questa situazione per colpire le persone.

Arrivano immagini di vera e propria guerra a due passi da casa nostra.
Viviamo in un paese esperto in stragi in mare, campi di internamento e deportazioni.
Non possiamo restare a guardare.
Appuntamento mercoledì 4 marzo, ore 17:00, davanti l’Ambasciata greca a Roma in solidarietà alle persone migranti in lotta e per la libertà.

vedi qui

Questa voce è stata pubblicata in Grecia, Internazionalismo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Presidio ambasciata greca a Roma – Solidarietà alle persone migranti

  1. vengodalmare ha detto:

    È terribile quello che accade in Grecia e alle sue frontiere.

  2. contromaelstrom ha detto:

    Hai ragione, è quel terribile che tutte e tutti facciamo finta di non sapere né vedere. Trattare esseri umani come merci da scambiare è qualcosa che non pensavamo potesse accadere a pochi metri dalle nostre case.

Rispondi a contromaelstrom Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.